Mirare con la pistola

Mirare con un fucile
Febbraio 15, 2019
Creed-moor.. nasce la legenda
Febbraio 15, 2019

Proteggi sempre gli occhi e le orecchie con equipaggiamenti adatti!

Degli otoprotettori simili a cuffie o auricolari salvaguardano le orecchie dal rumore degli spari. Gli occhiali di protezione invece eviteranno che dei bossoli volanti, i gas bollenti e altre particelle che vengono emesse durante lo sparo colpiscano gli occhi.

  • Se già indossi occhiali da vista, è importante aggiungerci sopra una mascherina di protezione.

Prendi la tua pistola, tieni le dita lontane dal grilletto, distendile ai lati del grilletto e appoggiale!

Quando la maneggi, assicurati che sia puntata verso il basso, lontano dalle persone.

  • Non puntare mai la pistola verso una persona, anche se è scarica, neppure per scherzo. Si tratta di un crimine in molti Stati. Abituati a tenere la pistola scarica quando vai al poligono.

Tieni l’arma in posizione di sparo!

Apri la mano dominante mostrando l’incavo tra l’indice e il pollice. Prendi la pistola (che dovrebbe essere rivolta verso il basso) con l’altra mano, quindi inserisci l’impugnatura nel palmo della mano preferita. Con il pollice da un lato dell’impugnatura, tieni il dito medio, l’anulare e il mignolo piegati intorno all’altro lato, sotto il guardamano del grilletto.

  • Tieni stretta la pistola con l’anulare e il medio, il “mignolo” resta appoggiato all’impugnatura, ma non è usato per fare presa; neppure il pollice deve fare presa. La presa deve essere molto stretta, impugna la pistola con così tanta forza che la mano inizia a tremare, quindi rilascia un po’ per fermare il tremolio.

Sorreggi la pistola con l’altra mano!

Mettila a coppa e appoggiala sopra la mano dominante. Non serve per impugnare la pistola, ma solo come sostegno. Allinea i pollici per avere più supporto e precisione.

Assicurati che i pollici siano lontani dal movimento del cane!

Il meccanismo si sposta velocemente all’indietro durante lo sparo e potrebbe ferirti. Essere “colpito” dal cane è molto doloroso e pericolosissimo perché non puoi controllare la reazione al dolore, rischiando così di far cadere una pistola carica e senza sicura.

Assumi una postura corretta!

I piedi dovrebbero essere alla larghezza delle spalle, con la gamba corrispondente alla mano dominante un passo indietro rispetto all’altra. Piegati leggermente in avanti con le ginocchia un po’ abbassate per mantenere l’equilibrio. Il gomito del braccio dominante dovrebbe essere completamente disteso e l’altro piegato con un angolo ottuso.

  • Durante alcune competizioni si spara con una mano. In questo caso la postura è “aperta” con il braccio dominante e il corpo dritti a formare un angolo di 90°. Il piede dominante deve essere diretto verso l’obiettivo. In questo caso l’arma deve essere impugnata con una presa molto salda, dato che è coinvolta una sola mano.
  • Non puntare mai la pistola di lato e non piegare mai il polso come vedi nei film. È molto pericoloso e impreciso.

Allinea il mirino anteriore con quello posteriore!

Assicurati che siano alla stessa altezza e che quello posteriore sia centrato con la tacca di quello anteriore. In questo modo sei certo che la pistola è orizzontale e che hai “sotto tiro” il bersaglio.

  • È meglio mirare con l’occhio dominante chiudendo l’altro.

Sviluppa la tua immagine di tiro!

Quando spari, un motivo di confusione piuttosto diffuso è quale immagine mettere a fuoco. L’obiettivo? Il mirino? Il mirino anteriore è il più importante, sebbene l’obiettivo e il mirino posteriore possano apparire sfuocati quando fissi quello anteriore, tuttavia questa è la tecnica di sparo più precisa.

Punta il bersaglio!

Afferra l’arma e puntala verso l’obiettivo, mettendo a fuoco il mirino anteriore. Dovresti distinguere chiaramente il profilo affilato del mirino che tocca la parte inferiore del bersaglio sfuocato. Solo a questo punto puoi mettere il dito indice nel guardamano!

Controlla il respiro!

È meglio sincronizzare lo sparo alla respirazione, perché trattenere il fiato ti farà diventare troppo cosciente della respirazione causando tremolii e imprecisione. Il momento migliore è subito dopo l’espirazione e poco prima di inspirare. Allenati in questa successione diverse volte, così da essere pronto a tirare il grilletto “alla fine” di ogni ciclo.

Tira il grilletto!

Quando sei pronto per sparare, togli la sicura e sposta l’indice sul grilletto. Se fai un movimento brusco, perderai di mira il bersaglio, quindi devi premere il grilletto come se stessi dando alla pistola quel po’ di pressione in più che daresti quando stringi la mano a qualcuno.

Segui il movimento.!
Ogni sport ha le sue regole e il tiro con la pistola non fa eccezione. Quando hai tirato il grilletto, la pistola spara ma non rilasciare il dito improvvisamente e non cambiare posizione né direzione delle braccia. Rimani fermo e ricorda la calamita immaginaria che collega la punta della pistola al bersaglio. Rilascia il grilletto dopo che hai inspirato e sei pronto allo sparo successivo.
  • Questa sequenza di movimenti migliora la precisione e riduce le variazioni da sparo a sparo; eseguili proprio come un golfista o un tennista ripete alcuni automatismi.